Home

Pizzarotti

‘Pazza’ Parma a Cinque Stelle. Il sindaco grillino Federico Pizzarotti una ne fa e cento ne pensa. Tra venti giorni nella città Ducale si festeggerà una data storica. Il Natale? Nient’affatto. La festa sarà tutta per l’installazione della più memorabile opera frutto del genio umano: l’albero di Natale a pedali, capolavoro che all’ombra della Pilotta si è visto per la prima volta un anno fa, aggeggio da 8mila euro subito andato in tilt nel segno della svolta green a Cinque stelle.

Quella bicicletta dalla forma di pino ha rappresentato una delle prime tracce di discontinuità rispetto a un passato amministrativo fatto di scandali e capitoli da dimenticare.
Più recentemente la buona amministrazione grillina ha prodotto un altro risultato eclatante: la stretta sulla sicurezza. Visto il dilagare del crimine, la giunta se l’è presa con i personaggi più pericolosi: i 14enni che sgranocchiano snack all’ombra del battistero. In poche ore sono stati individuati e multati. Perché il decoro impone che i “Mars” o i “KitKat” vengano consumati a distanza di sicurezza dai palazzi storici. E fa niente se piazza della Pilotta è ormai diventata appannaggio dei pusher.
Risolto anche il problema dei luoghi di culto. Il sindaco Federico Pizzarotti ha già annunciato che regalerà ai musulmani una bella area di proprietà del Comune per farci una moschea con minareto. Si pensa alla zona di via Reggio. Siete indignati? Tranquilli, le spese, quelle sì, saranno a carico dell’associazione islamica.
A condire l’anno e mezzo di amministrazione a Cinque Stelle ci sono anche le vertenze con i dipendenti, la ricerca eterna di un comandante dei vigili (già due sono transitati), la figuraccia sull’inceneritore. A settembre l’illuminato sindaco pentastellato ha tirato fuori dal cappello l’ennesima delle chicche: azionare idropulitrici contro i giovani che stazionano fuori dai locali oltre l’orario consentito. Così nei luoghi della movida, appena scatta il ‘coprifuoco’ partono le spazzole – scortate dai vigili urbani – per scoraggiare la permanenza a oltranza in strada.
Si badi bene: in questo anno e mezzo la giunta si è anche occupata di cose serie. Come la cittadinanza civica. Una cittadinanza fittizia – e quindi perfettamente inutile – regalata ai figli di stranieri nati in Italia. Insomma: uno ius soli in salsa parmigiana. Roba da teatro dell’assurdo.
Al confronto il ministero di Cecile Kyenge sembra quasi utile.

Filippo Manvuller

Annunci

8 thoughts on “La pazza Parma a Cinque Stelle

  1. Pingback: Concordia e Lussemburgo, un legame lungo otto secoli | Sul Panaro

  2. Pingback: Concordia (terremotata) e Lussemburgo: un legame che attraversa 8 secoli | Lpb LaboratorioPoliticaBologna

  3. Pingback: La top ten del 2013 dei post su LPB | Lpb LaboratorioPoliticaBologna

  4. parmigiani (città), parmensi (provincia). Ma più che altro: che ridicoli i giornalisti: basterebbe Parma, la città, Pizzarotti ecc ecc ecc. Perché dover utilizzare sempre perifrasi trite e ritrite?
    Ame ‘ste cose fanno ridere: petroniani, felsinei, all’ombra della Pilotta, sotto la Ghirlandina, canarini, ducali… Sono tutti espedienti di un giornalismo antiquato, vetusto, morto

  5. “I portici del grano” indicano, come ricorda giustamente Assenzio, i sinonimi che abitualmente si usa per indicare “il potere” a parma. Però non è tassativo usare sempre e comunque questa metafora: io nei pezzi lunghi su Parma che mi capita di scrivere uso: la città ducale, la piccola Parigi di Maria Luigia, la città verdiana… anche la città del pesto di cavallo,a seconda del contesto. “All’ombra della Pilotta” può essere un nuovo sinonimo che variamo qui a Lpb 😉

  6. A proposito di portici del Grano, vedo che quest’anno è spuntato un abete ‘vecchia maniera’. L’ammissione di un flop? Ho la sensazione che sia Lei ad aver preso un abbaglio a sostenere le ragioni (mancate) di scelte discutibili. L’ombra della Pilotta? Perdoni lo stile giornalistico, Così dalle nostre parti si evita di ripetere la parola ‘Parma’. Non usi il puntiglio, come argomentazione non regge.

  7. ”Bicicletta dalla forma di pino”?! ”All’ombra della Pilotta”?! Ma ti rendi conto di cosa scrivi?! Non sai neppure distinguere i Portici del Grano da quelli della Pilotta (tra l’altro nell’ultimo periodo non parlerei proprio di appannaggio dei pusher!)!
    Non intendo prendere le difese del sindaco Pizzarotti – che non ho votato e non voterei tutt’ora – anche se sarebbe ora che la gente NON INFORMATA come te iniziasse a stare zitta e smettesse di scrivere sciocchezze a manetta!! Ah un consiglio: la prossima volta che pubblichi un articolo, rileggilo prima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...