Home

E’ l’esempio del welfare emiliano che ancora funziona e fa scuola. Per questo volentieri rilanciamo questa inizitiva

A San Lazzaro la Sala del Consiglio Comunale diventa, per due giorni a settimana fino a maggio, un’aula didattica per la formazione a distanza sull’autismo. Questa mattina il vice sindaco ed assessore alla Qualità Educativa Giorgio Archetti e Carlo Hanau, direttore del Dipartimento di Educazione e Scienze umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, hanno presentato il master ed il corso di perfezionamento e aggiornamento professionale a distanza sulle tecniche comportamentali per bambini con autismo e disturbi evolutivi globali. Si tratta di un percorso formativo realizzato grazie alla collaborazione tra Comune ed Università per promuovere una formazione a distanza gratuita rivolta ad insegnanti, operatori e genitori.

Il Comune di San Lazzaro ha maturato una significativa esperienza nell’ambito dell’integrazione dei bambini disabili. Ogni anno il Comune investe oltre 700 mila euro per l’integrazione scolastica. Negli ultimi cinque anni il Comune è intervenuto con particolare attenzione sui minori con diagnosi di autismo, sia per il numero in crescita sia per una richiesta delle famiglie di sperimentare nuove metodologie come il metodo ABA (Applied Behaviour Intervention). Ad oggi i bambini con diagnosi di autismo residenti a San Lazzaro e frequentanti la scuola dell’obbligo sono 23, di cui 3 nella scuola dell’infanzia, 12 nella scuola primaria, 4 nella scuola secondaria di primo grado e 4 nella scuola secondaria di secondo grado.

«Questo corso – ha dichiarato il vice sindaco ed assessore alla qualità educativa Giorgio Archetti – è un’ulteriore opportunità per proseguire quanto il Comune sta facendo da anni su questi temi. Garantire il sostegno nelle scuole a 23 bambini autistici è un impegno economico fortemente voluto e sostenuto dall’Amministrazione con convinzione, a testimonianza del fatto che l’Amministrazione è attenta ai bisogni della comunità, soprattutto delle comunità più fragili».

I percorsi dal titolo “Tecniche comportamentali per bambini con autismo e disturbi evolutivi globali”, affidati alla direzione del prof. Carlo Hanau, sono aperti alla frequenza di un massimo di 1.000 iscritti sia laureati (che otterranno alla fine del percorso il titolo di Master di I livello) che diplomati con esperienze specifiche di lavoro nel mondo della scuola (che si vedranno riconosciuto il corso di perfezionamento) e sono strutturati in modalità di formazione a distanza per favorire la frequenza degli studenti lavoratori. Obiettivo delle due iniziative è promuovere l’acquisizione di competenze didattiche e psicopedagogiche specifiche rivolte a coloro che si occupano di bambini e ragazzi con autismo e altri disturbi evolutivi globali.

Il master prevede 1.500 ore di impegno complessivo di cui 360 ore di didattica frontale in FAD, 300 di didattica interattiva, 840 di studio individuale, mentre il corso di perfezionamento è organizzato in moduli che prevedono 1.125 ore complessive di attività suddivise in 270 ore di didattica frontale, 225 di didattica interattiva e 630 ore di studio individuale. Al termine del percorso verranno riconosciuti 60 crediti formativi per coloro che otterranno l’attestato di Master e 45 per coloro che otterranno l’attestato di frequenza del corso di perfezionamento.

La formazione consisterà nella trasmissione in diretta delle lezioni del Corso di Perfezionamento e aggiornamento professionale organizzato dal Dipartimento di Educazione e Scienze umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Le lezioni si svolgeranno dal 17 gennaio al 30 maggio 2014, il venerdì dalle ore 14.30 alle 19.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle 13.30 nella  Sala del Consiglio Comunale del Comune di San Lazzaro di Savena.

«Quest’anno – ha dichiarato Carlo Hanau, direttore del Dipartimento di Educazione e Scienze umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – il corso, già attivo da quattro anni, si sdoppia in master e corso di perfezionamento per permettere anche a persone non laureate, come possono essere le maestre d’asilo, di aggiornarsi ed avere una formazione specifica. Infatti, è dimostrato che prima si interviene sui bambini autistici meglio è. Il momento ideale dell’intervento pedagogico è proprio quello che va dal nido alla materna».

Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri, l’assessora alla qualità della salute Maria Cristina Baldacci e Liana Baroni, presidente dell’Associazione nazionale genitori soggetti autistici.

È possibile aderire al corso consegnando il modulo di iscrizione allo Sportello Sociale del Comune di San Lazzaro entro il 14 gennaio oppure inviandolo via e-mail all’indirizzo sportellosociale@comune.sanlazzaro.bo.it. È possibile iscriversi anche a corso iniziato fino ad esaurimento posti. Il corso è gratuito.

Per informazioni:

Sportello Sociale, via Emilia 90

Dal lunedì al venerdì 8:30-12:30

Giovedì 8:30-12:30 e 14:30-17:30

Telefono 051.6228255

Fax 051.6228283

E-mail: sportellosociale@comune.sanlazzaro.bo.it

Annunci

One thought on “Autismo, un corso gratuito per genitori e insegnanti per integrare sempre meglio i bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...